Tutti i Film

Solaris

Солярис

1972

Solyaris_ussr_posterSolaris è considerato da buona parte della critica uno dei migliori film di fantascienza di sempre. Personalmente penso che il clima politico ai tempi della sua produzione abbia contribuito non poco a sopravvalutare quest’opera che risulta indubbiamente datata. Allo spettatore moderno questo film non può che risultare incredibilmente lento, appesantito da una recitazione troppo teatrale. Nonostante i buoni dialoghi, si tratta principalmente di un puro esercizio estetico, a piccole dosi pure ben riuscito. Innegabile è l’incredibile ricerca del dettaglio delle ambientazioni ma lo stupore si ferma lì. Paragonerei negativamente “Solaris” a “2001: Odissea nello Spazio” che, pur trattando in qualche modo temi simili e abusando anch’esso di scene oniriche, risulta sicuramente più godibile e profondo. Nonostante questo, si tratta di un film classico e va visto almeno una volta per capire un po’ la cultura del tempo. Molto acclamata per la sua “carica evocativa” è la scena del dipinto “I Cacciatori nella Neve” di Pieter Bruegel il Vecchio con in sottofondo il Preludio al Corale in Fa minore di Johann Sebastian Bach. Fa un po’ sorridere pensare che in questa “epica scena” tutto quello che il regista ha fatto è stato riunire due grandi opere che parlano rispettivamente all’udito e alla vista in un unico medium. Un paragrafo a parte meritano le disavventure della versione italiana dalla quale vennero tagliati ben quaranta minuti di film e alcune scene rimontate. Indignato, il regista pregò di rimuovere il suo nome dai titoli, cosa che però non avvenne. Frasi chiave:

“Non puoi trasformare un problema scientifico in una storia d’amore” “Perchè andiamo a frugare l’universo quando non sappiamo niente di noi stessi?”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *