Ten New Songs (2001)

By the Rivers Dark

Leonard Cohen

By the Rivers Dark da Ten New Songs, Leonard Cohen
By the Rivers Dark, testo
By the rivers dark
I wandered on.
I lived my life
in Babylon.

And I did forget
My holy song
And I had no strength
In Babylon.

By the rivers dark
Where I could not see
Who was waiting there
Who was hunting me.

And he cut my lip
And he cut my heart.
So I could not drink
From the river dark.

And he covered me,
And I saw within,
My lawless heart
And my wedding ring,

I did not know
And I could not see
Who was waiting there,
Who was hunting me

By the rivers dark
I panicked on.
I belonged at last
To Babylon.

Then he struck my heart
With a deadly force,
And he said, ‘This heart
It is not yours.'

And he gave the wind
My wedding ring:
And he circled us
With everything.

By the rivers dark,
In a wounded dawn,
I live my life
In Babylon.

Though I take my song
From a withered limb,
Both song and tree,
They sing for him.

Be the truth unsaid
And the blessing gone,
If I forget
My Babylon.

I did not know
And I could not see
Who was waiting there.
Who was hunting me.

By the rivers dark,
Where it all goes on:
By the rivers dark
In Babylon.
Presso i Fiumi Oscuri, traduzione
Presso i fiumi oscuri
ho cominciato a vagabondare.
Ho vissuto la mia vita
a Babilonia

E ho scordato
la mia canzone benedetta
e non avevo più forze
a Babilonia.

Presso i fiumi oscuri
dove non potevo più vedere
chi era lì ad aspettare
e chi mi stava cacciando.

E lui mi tagliò il labbro
e mi tagliò il cuore.
Così che non potessi bere
dal fiume oscuro.

E mi coprì
e io vidi dall'interno,
il mio cuore senza legge
e il mio anello nuziale

Non sapevo
e non riuscivo a vedere
chi mi stesse aspettando
e chi mi stesse cacciando

Presso i fiumi oscuri
venni preso dal panico.
Dopotutto appartenevo
a Babilonia.

E poi mi colpì il cuore
con una forza mortale
e disse: "Questo cuore
non ti appartiene"


E mi diede il vento
il mio anello nuziale:
e ci girò attorno
con tutto.

Presso i fiumi oscuri
in un'alba ferita,
ho vissuto la mia vita
a Babilonia

Sebbene abbia preso questa canzone
da un ramo appassito,
sia la canzone che l'albero
cantano per lui.

Che la verità resti inespresse
e la benedizione finisca,
purchè io riesca a dimenticare
la mia Babilonia.

Non sapevo
e non riuscivo a vedere
chi mi stesse aspettando
e chi mi stesse cacciando

Presso i fiumi oscuri,
dove tutto continua
Presso i fiumi oscuri
a Babilonia
By the Rivers Dark, note e significato

A proposito di "By the Rivers Dark", Cohen racconta:

"Questa canzone parla di un pellegrinaggio di una persona a Babilonia. Lui è parte dalla città, poi cerca di fuggirle e poi ritorna indietro. Lui appartiene alla città dei depravati anche se sa che esiste una Gerusalemme da qualche parte, sebbene non riesca a immaginare cosa possa mai succedere lì. É come i nostri pensieri. Il nostro cervello è un ricettacolo di pernsieri esattamente come noi lo siamo per l'Amore. Uno non è in grado di dire cosa nascerà da noi tra un istante. Ma la natura ci porta a credere che siamo in grado di controllare questi flussi [di pensiero e amore], mentre in realtà non li controlliamo più di quanto riusciamo a controllare il posto in cui siamo nati. Passiamo troppo tempo a pensare che siamo in grado di rinnegare e dimenticare le nostre radici e la nostra condizione. Questo tema si riflette nel personaggio, a parte che alla fine lui capisce davvero da dove viene. Anche se esistesse un Eden, lui viene da Babilonia e deve confrontarsi con questo, cosa che lo renderà certamente capace di godersi di più l'idea di un luogo lontano, necessariamente migliore."

Una risposta a “By the Rivers Dark”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.