Amore e Furto (2015)

Dignità

Francesco De Gregori

Dignità da Amore e Furto, Francesco De Gregori
Dignità, testo
Il grasso si specchia in un filo di lama
il magro in un avanzo di cena
l'uomo senz'anima è un'anima in pena
in cerca di Dignità

Il saggio la cerca in un filo del prato
il ragazzo nell'ombra di un riflesso passato
il pover'uomo in un vetro dorato
sogna la Dignità

Hanno ucciso qualcuno la notte a Natale
la Dignità è stata la prima a scappare
io sono stato in giro, sono stato al mondo
dentro la notte a ritrovare il giorno
guardo in alto, guardo in là
e guardo la strada che va
ai guardiani che incontro chiedo dove sarà
dov'è che abita la Dignità

Il cieco si libera dall'illusione
e fruga negli angoli di una visione
va cercando nel buio la sua occasione
di Dignità

Sono andato alle nozze di Marylou
mi ha detto "è molto meglio non parlarci mai più"
potrei essere uccisa se dicessi in realtà
quello che penso della Dignità

Sono sceso nel pascolo degli avvoltoi
ho visto il tempo non cambiare mai
diavoli con la coda, angeli con le ali
nel buio sembravano uguali
venti che tagliano come rasoi
casa incendiata, debiti, nodi scorsoi
domando alla donna "Ditemi voi,
dov'è finita la Dignità"


L'alcolizzato con gli occhi bassi
dentro la stanza di specchi nascosti
si volta indietro, costi quello che costi
guardare in faccia la Dignità

Ho visto il principe al conservatorio
naso rifatto, occhiali d'avorio
voleva la mancia per dirti sul serio
l'ultimo prezzo della Dignità

Tracce sulla sabbia ruote di passaggio
sulla mando di un uomo i resti di un tatuaggio
figli della notte, figli del mezzogiorno
delle città di frodo senza niente intorno
non ho più scampo, niente da indossare
su una barca in tempesta in altalena sul mare
dovrei leggere un foglio in cui potrei trovare
la soluzione della Dignità

L'uomo malato che aspetta la cura
rivede se stesso com'era
e cerca nell'arte e nella letteratura
la Dignità

L'inglese brancola nel futuro
nel vento gelido cerca lavoro
non ha indirizzi, non ha denaro
e stringe i denti con Dignità

Mi hanno dato una foto, mi venuto da ridere
la Dignità non si è mai fatta riprendere
sono stato in debito, sono stato in pari
sul cammino dei sogni e dei bocconi amari
così tante strade, quante cose in ballo
quanti vicoli ciechi, quanto fiato sul collo
mi domando se un giorno potrò mai trovarlo
il nascondiglio della Dignità
Dignity, originale
Fat man lookin' in a blade of steel
Thin man lookin' at his last meal
Hollow man lookin' in a cottonfield
For dignity

Wise man lookin' in a blade of grass
Young man lookin' in the shadows that pass
Poor man lookin' through painted glass
For dignity

Somebody got murdered on New Year's Eve
Somebody said dignity was the first to leave
I went into the city, went into the town
Went into the land of the midnight sun
Searchin' high, searchin' low
Searchin' everywhere I know
Askin' the cops wherever I go
Have you seen dignity?

Blind man breakin' out of a trance
Puts both his hands in the pockets of chance
Hopin' to find one circumstance
Of dignity

I went to the wedding of Mary Lou
She said, "I don't want nobody see me talkin' to you"
Said she could get killed if she told me what she knew
About dignity

I went down where the vultures feed
I would've gone deeper, but there wasn't any need
Heard the tongues of angels and the tongues of men
Wasn't any difference to me
Chilly wind sharp as a razor blade
House on fire, debts unpaid
Gonna stand at the window, gonna ask the maid
Have you seen dignity?

Drinkin' man listens to the voice he hears
In a crowded room full of covered-up mirrors
Lookin' into the lost forgotten years
For dignity

Met Prince Phillip at the home of the blues
Said he'd give me information if his name wasn't used
He wanted money up front, said he was abused
By dignity

Footprints runnin' 'cross the silver sand
Steps goin' down into tattoo land
I met the sons of darkness and the sons of light
In the bordertowns of despair
Got no place to fade, got no coat
I'm on the rollin' river in a jerkin' boat
Tryin' to read a note somebody wrote
About dignity

Sick man lookin' for the doctor's cure
Lookin' at his hands for the lines that were
And into every masterpiece of literature
For dignity

Englishman stranded in the blackheart wind
Combin' his hair back, his future looks thin
Bites the bullet and he looks within
For dignity

Someone showed me a picture and I just laughed
Dignity never been photographed
I went into the red, went into the black
Into the valley of dry bone dreams
So many roads, so much at stake
So many dead ends, I'm at the edge of the lake
Sometimes I wonder what it's gonna take
To find dignity
Dignità, note e significato

"Dignità" è la traduzione di "Dignity", scritta da Bob Dylan in occasione della registrazione del disco "Oh Mercy" (1989). La canzone non venne però inclusa in tale album, ma verrà pubblicata successivamente in "Bob Dylan's Greatest Hits Volume 3" (1994)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.