Thanks for the Dance (2019)

Moving on

Leonard Cohen

Moving on da Thanks for the Dance, Leonard Cohen
Moving on, testo
I loved your face, I loved your hair
Your T-shirts and your eveningwear
As for the world, the job, the war
I ditched them all to love you more

And now you're gone, now you’re gone
As if there ever was a you
Who broke the heart and made it new
Who's moving on, who's kidding who

I loved your moods, I loved the way
They threatened every single day
Your beauty ruled me, though I knew
’Twas more hormonal than the view

And now you're gone, now you're gone
As if there ever was a you
Queen of lilac, Queen of blue
Who's moving on, who's kidding who

I loved your face, I loved your hair
Your T-shirts and your evening wear
As for the world, the job, the war
I ditched them all to love you more

And now you're gone, now you're gone
As if there ever was a you
Who held me dying, pulled me through
Who's moving on, who’s kidding who
Who’s moving on, who's kidding who
Voltare Pagina, traduzione
Ho amato il tuo volto, ho amato i tuoi capelli
le tue magliette e i tuoi abiti da sera
e per quanto riguarda il mondo, il lavoro, la guerra
li ho abbandonati tutti, per poterti amare di più

E ora te ne sei andata, sei andata
come non non fossi stata tu
a spezzare il cuore e renderlo nuovo
chi volta pagina, chi prende in giro chi

Ho amato il tuo umore, e ho amato come
minacciava ogni giorno
La tua bellezza mi comandava, anche se sapevo
aveva più a che fare con gli ormoni che con la tua immagine

E ora te ne sei andata, sei andata
come non non fossi stata tu
Regina del lilla, regina del blue e della tristezza
chi volta pagina, chi prende in giro chi

Ho amato il tuo volto, ho amato i tuoi capelli
le tue magliette e i tuoi abiti da sera
e per quanto riguarda il mondo, il lavoro, la guerra
li ho abbandonati tutti, per poterti amare di più

E ora te ne sei andata, sei andata
come non non fossi stata tu
a tenermi morente, a salvarmi
chi volta pagina, chi prende in giro chi
chi volta pagina, chi prende in giro chi
Moving on, note e significato

La musica di Moving On è di Adam Cohen e Patrick Leonard.

Una risposta a “Moving on”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.