Altre Latitudini (2003)

Una Lucciola d’Agosto

Gianmaria Testa

Una Lucciola d’Agosto da Altre Latitudini, Gianmaria Testa
Una Lucciola d’Agosto, testo
Una lucciola d'agosto
Se ne andava una mattina
Fiera della sua valigia
A raccogliere la luna
E gridava ai quattro venti
La sua gioia d'esser viva
Lo gridava ai quattro venti
E la sua luce lampeggiava

Ma la lucciola d'agosto
Vide il sole che nasceva
Solo, dietro le montagne
Vide il sole che brillava
Disse al sole - non salire
Con la tua luce assassina -
Gridò al sole - non salire -
E la sua luce già moriva

E una lucciola d'agosto
Han trovato sopra un fiore
Stretta nella mano destra
La valigia con la luna
E hanno detto - sarà morta
Per paura o per amore -
Hanno detto - sarà morta
Perché luce non aveva
Perché luce non aveva -

E la vide il sole da lontano
Sopra quel fiore di neve
E alla lucciola
Sorrise

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.