Viva Chile! (1973)

Rin del Angelito

Inti - Illimani

Rin del Angelito da Viva Chile!, Inti - Illimani
Rin del Angelito, testo
Ya se va para los cielos
Ese querido angelito,
A rogar por sus abuelos,
Por sus padres y hermanitos.

Cuando se muere la carne
El alma busca su sitio,
Adentro de una amapola
O dentro de un pajarito.

La tierra lo está esperando
Con su corazón abierto,
Por eso es que el angelito
Parece que está despierto.

Cuando se muere la carne
El alma busca su centro,
En el brillo de una rosa
O de un pececito nuevo.

En su cunita de tierra
Lo arrullará una campana,
Mientras la lluvia le limpia
Su carita en la mañana.

Cuando se muere la carne
El alma busca su diana,
En el misterio del mundo
Que le ha abierto su ventana.

Las mariposas alegres
De ver el bello angelito,
Alrededor de su cuna
Le caminan despacito.

Cuando se muere la carne
El alma va derechito
A saludar a la luna
Y de paso al lucerito.

Adónde se fue su gracia
Adónde fue su dulzura,
Por qué se cae su cuerpo
Como la fruta madura.

Cuando se muere la carne
El alma busca en la altura
La explicación de su vida
Cortada con tal premura,
La explicación de su muerte
Prisionera en una tumba.
Cuando se muere la carne
El alma se queda oscura.
Girotondo dell’Angioletto, traduzione
Già sale al cielo
l'angioletto tanto amato
a pregare per i nonni,
papà, mamma e i fratellini.
Quando muore la carne
l'anima cerca un posticino
dentro a un papavero
o in un passerotto.

La terra lo sta aspettando
con il cuore aperto;
per questo l'angioletto
sembra proprio sia sveglio.
Quando muore la carne
l'anima cerca il suo centro
nel fulgore di una rosa
o di un pesciolino nuovo.

Nella piccola culla di terra
lo ninnerà una campana,
mentre la pioggia gli lava
il visetto la mattina.
Quando muore la carne
l'anima cerca il suo posto
nel mistero del mondo
che le ha spalancato la finestra.

Le farfalle tutte allegre
al vedere il bell'angioletto
attorno alla culla
vanno in giro pian pianino.
Quando muore la carne
l'anima va dritta dritta
a salutare la luna,
passando per la stella del mattino.

Dove è andata la sua grazia,
dov'è finita la sua dolcezza?
Perché il suo corpo cade
come la frutta matura
Quando muore la carne
l'anima cerca lassù
la spiegazione della sua vita
interrotta così in fretta;
il motivo della sua morte,
prigioniera in una tomba.

Quando muore la carne
L'anima rimane oscura.
Rin del Angelito, note e significato

Rin del angelito è stato scritta da Violeta Parra nel 1966 e si rifà probabilmente a un triste episodio della vita dell'autrice: nel 1954, infatti, a soli due anni, morirà la sua prima figlia, Rosita Clara. Il tasso di mortalità infantile del Cile raggiungeva ai tempi quasi il 10%.

Una risposta a “Rin del Angelito”

  1. Passavo intere giornate a suonare le canzoni degli Inti Illimani, erano gli inizi degli anni settanta ed andavo alle medie; questa la cantavo più spesso delle altre. A distanza di decenni (ho 61 anni) ancora amo questa canzone, poco fa avevo preso la chitarra ed eccomi qua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.