Urgentissimo (1980)

Senza Riguardo

Banco del Mutuo Soccorso

Senza Riguardo da Urgentissimo, Banco del Mutuo Soccorso
Senza Riguardo, testo
E cade giù e viene giù senza riguardo
un altro giorno su di me.
Uguale a ieri, o chi lo sa se più bastardo,
ma cade giù così, insiste su di me.
Mi sbatto si, mi sbatto si, senza riguardo,
ci provo anch'io ma a modo mio.
Beati voi, beati voi che è solo un gioco,
m'invento, rubo e poi è sempre troppo poco.

E il cielo sta in alto
più in alto di un po'
e il cielo sta in alto
più in alto di un po'.
Il cielo sta in alto, in alto
qualcuno la sposta in alto,
ogni giorno un po'.

Non so se Dio o chi per lui mi sta a sentire,
senza riguardo, anch'io saprei che cosa dire.

E cade giù e dico che poi non va male.
Un altro giorno è qui: bastardo tale e quale.

E il cielo sta in alto
più in alto di un po'
e il cielo sta in alto
più in alto di un po'.
è sempre più in alto,
in alto, più in alto di un po'...di un po'.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.