Come in un’Ultima Cena (1976)

Fino Alla mia Porta

Banco del Mutuo Soccorso

Fino Alla mia Porta da Come in un’Ultima Cena, Banco del Mutuo Soccorso
Fino Alla mia Porta, testo
Ho attraversato me stesso
sul filo del mondo
teso nello spazio
fino a raggiungermi.

Sui gradini del vostro rifiuto
io sto salendo verso la mia porta
questa volta l'arpa notturna
suona invano il canto delle paure.

Finalmente sono salito
sopra il mio corpo
più in alto del mio cuore.

Questa notte come un atlante
sopra la terra mi sono modellato
con la vita vecchia eppur così nuova
non nella specie
ma nella dimensione
una nuova dimensione.
Towards my Door, originale
I transverse myself
On the thread of the world
Tense in space
Until I reach myself.

On the steps of your refusal
I am climbing towards my door
This time the harp of the night
Plays it song of fears in vain.

Once for all
I have risen over my body
Higher than my heart.

Tonight I have asked of the earth
That she model me in the shape of her skin
With the old life, and with the new
New not in kind,
out new in dimension
Not in kind, out in dimension.
Fino Alla mia Porta, note e significato
L'interno del vinile "Come in un'ultima cena":
Come in un ultima cena copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.