I Nomadi Cantano Guccini (1973)

E’ Giorno Ancora

Francesco Guccini

E’ Giorno Ancora da I Nomadi Cantano Guccini, Francesco Guccini
E’ Giorno Ancora, testo
Ti svegli al mattino con gli occhi abbracciati
agli ultimi sogni che hai dentro di te
Ti filtra vicino dai vetri assonnati
la melodia dolce che il traffico fa

E' giorno ancora riprendi I tuoi vestiti dalle nuvole
Si scioglie l'aurora dagli occhi verdi e rossi dei semafori

Ti scendi le scale col viso struccato
il tram è passato ed è tardi perché
Distinto il vicino ti ha gia salutato
Odora di buono, giornale, caffè

E' giorno ancora dai muri le modelle ti sorridono
Scompare l'aurora nel fumo e nella nebbia delle fabbriche

Le carte in ufficio, le cose di ieri
Ritrovi I pensieri non trovi più te
Hai scritto fattura con una "T" sola
Il tempo non vola, la gomma dov'è?

E' giorno ancora le frasi ora ti corron nella macchina
Lontano l'aurora si sveglia su una notte di miracoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.