Songs of Leonard Cohen (1967)

One of us Cannot be Wrong

Leonard Cohen

One of us Cannot be Wrong da Songs of Leonard Cohen, Leonard Cohen
One of us Cannot be Wrong, testo
I lit a thin green candle, to make you jealous of me.
But the room just filled up with mosquitos,
they heard that my body was free.
Then I took the dust of a long sleepless night
and I put it in your little shoe.
And then I confess that I tortured the dress
that you wore for the world to look through.

I showed my heart to the doctor: he said I just have to quit.
Then he wrote himself a prescription,
and your name was mentioned in it!
Then he locked himself in a library shelf
with the details of our honeymoon,
and I hear from the nurse that he's gotten much worse
and his practice is all in a ruin.

I heard of a saint who had loved you,
so I studied all night in his school.
He taught that the duty of lovers
is to tarnish the golden rule.
And just when I was sure that his teachings were pure
he drowned himself in the pool.
His body is gone but back here on the lawn
his spirit continues to drool.

An Eskimo showed me a movie
he'd recently taken of you:
the poor man could hardly stop shivering,
his lips and his fingers were blue.
I suppose that he froze when the wind took your clothes
and I guess he just never got warm.
But you stand there so nice, in your blizzard of ice,
oh please let me come into the storm.
Uno di noi non Può Avere Torto, traduzione
Ho acceso una sottile candela verde, per renderti gelosa di me.
Ma la stanza si è riempita di zanzare,
hanno sentito dire che il mio corpo era libero.
E poi ho preso la polvere di una lunga notte senza sonno
e l'ho rovesciata nella tua piccola scarpa.
E poi lo confesso, ho torturato il vestito
che indossavi per farti vedere dal mondo.

Ho fatto vedere il mio cuore dal dottore: ha detto che devo smetterla.
E poi ha scritto una ricetta per se
dove il tuo nome veniva menzionato!
E poi si è rinchiuso in uno scaffale della biblioteca
e ho sentito dire dall'infermiera che è molto peggiorato
e che il suo ambulatorio è in rovina.

Ho sentito di un santo che ti ha amata,
e così ho studiato tutta notte alla sua scuola.
Mi ha insegnato che il dovere degli amanti
è di annerire la regola d'oro.
E proprio quando ero sicuro che i suoi insegnamenti fossero puri
si è affogato nella piscina.
Il suo corpo se ne è andato ma vicino al prato
il suo spirito continua a sbavare.

Un Eskimo mi ha mostrato il film
che ti aveva fatto:
il povero uomo riuscì a malapena a smettere di tremare
le sua labbra e le sue dita erano blu
immagino che sia congelato quando il vento prese i tuoi vestiti
e suppongo che non si sia mai più sentito caldo.
Ma tu rimani lì così allegra nella bufera di ghiaccio,
oh, per favore, lasciami entrare nella tempesta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.