Songs of Leonard Cohen (1967)

So Long, Marianne

Leonard Cohen

So Long, Marianne da Songs of Leonard Cohen, Leonard Cohen
So Long, Marianne, testo
Come over to the window, my little darling,
I'd like to try to read your palm.
I used to think I was some kind of Gypsy boy
before I let you take me home.

Now so long, Marianne, it's time that we began
to laugh and cry
and cry and laugh about it all again.

Well you know that I love to live with you,
but you make me forget so very much.
I forget to pray for the angels
and then the angels forget to pray for us.

Now so long, Marianne, it's time that we began
to laugh and cry
and cry and laugh about it all again.

We met when we were almost young
deep in the green lilac park.
You held on to me like I was a crucifix,
as we went kneeling through the dark.

Now so long, Marianne, it's time that we began
to laugh and cry
and cry and laugh about it all again.

Your letters they all say that you're beside me now.
Then why do I feel alone?
I'm standing on a ledge and your fine spider web
is fastening my ankle to a stone.

Now so long, Marianne, it's time that we began
to laugh and cry
and cry and laugh about it all again.

For now I need your hidden love.
I'm cold as a new razor blade.
You left when I told you I was curious,
I never said that I was brave.

Now so long, Marianne, it's time that we began
to laugh and cry
and cry and laugh about it all again.

Oh, you are really such a pretty one
I see you've gone
and changed your name again.
And just when I climbed
this whole mountainside,
to wash my eyelids in the rain!

Now so long, Marianne, it's time that we began
to laugh and cry
and cry and laugh about it all again.
A Presto, Marianne, traduzione
Sporgiti alla finestra, piccola mia
mi piacerebbe leggere la tua mano.
Ho sempre pensato di essere uno spirito libero
prima di lasciarmi condurre a casa da te.

E allora a presto Marianne, è ora di cominciare
a ridere e piangere
e piangere e ridere di tutto ancora una volta

Sai che mi è sempre piaciuto vivere con te
ma mi fai dimenticare così tante cose.
Ho dimenticato di pregare per gli angeli
e gli angeli hanno dimenticato di pregare per noi.

E allora a presto Marianne, è ora di cominciare
a ridere e piangere
e piangere e ridere di tutto ancora una volta

Ci incontrammo quando eravamo quasi giovani
nel verde parco di lillà
Ti aggrappasti a me come se fossi stato un crocifisso
mentre entravamo in ginocchio nell'oscurità.

E allora a presto Marianne, è ora di cominciare
a ridere e piangere
e piangere e ridere di tutto ancora una volta

Le tue lettere dicono tutte che mi sei vicina.
Ma allora perchè continuo a sentirmi solo?
Sono in piedi sul davanzale e la tua sottile ragantela
lega la mia caviglia a una pietra.

E allora a presto Marianne, è ora di cominciare
a ridere e piangere
e piangere e ridere di tutto ancora una volta

Per ora ho bisogno del tuo amore celato.
Sono freddo come un rasoio nuovo
Te ne sei andata quando ti dissi di essere curioso,
non ho mai detto di avere coraggio.

E allora a presto Marianne, è ora di cominciare
a ridere e piangere
e piangere e ridere di tutto ancora una volta.

Oh, sei davvero un bel tipo
Vedo che te ne sei andata
e hai cambiato il tuo nome di nuovo.
Proprio quando mi ero arrampicato
su questo versante della montagna,
per sciacquare le mie palpebre nella pioggia!

E allora a presto Marianne, è ora di cominciare
a ridere e piangere
e piangere e ridere di tutto ancora una volta
So Long, Marianne, note e significato

So long, Marianne trae spunto dalla relazione avuta con Marianne Ihlen (1935 - 2016) che Cohen conobbe nell'isola greca di Idra nel 1960. Suo marito, lo scrittore Axel Jensen, l'aveva appena lasciata, abbandonandola sull'isola insieme al suo bimbo di sei mesi. Cohen, molto attratto dalla sua bellezza, la accompagnò in macchina fino a Oslo per finalizzare le pratiche del divorzio da Jensen. Poi la inviterà a stabilirsi con lui a Montreal, insieme al figlio. I due vissero quindi per diversi anni insieme commutando tra Montreal, New York e Idra.

Nel verso "I see you've gone and changed your name again" Cohen si riferisce probabilmente a un nuovo amore che è sbocciato nella vita di Marianne. La giovane aveva infatti cambiato il suo cognome una volta sposata con Jensen per poi tornare a usare il suo nome di famiglia alla fine della relazione.

Marianne IhlenMarianne Ihlen

Alla morte di Marianne, avvenuta il 28 Luglio 2016, Cohen scriverà il seguente elogio funebre:

Well Marianne it's come to this time when we are really so old and our bodies are falling apart and I think I will follow you very soon. Know that I am so close behind you that if you stretch out your hand, I think you can reach mine. And you know that I've always loved you for your beauty and your wisdom, but I don’t need to say anything more about that because you know all about that. But now, I just want to wish you a very good journey. Goodbye old friend. Endless love, see you down the road.

Beh, Marianne, siamo giunti a questo momento nel quale siamo così vecchi che i nostri corpi decadono e penso che ti seguirò presto. Sappi che ti sono così vicino che se solo proverai ad allungare la tua mano, riuscirai a incontrare la mia. E sai che ti ho sempre amata per la tua bellezza e per la tua saggezza, ma non ho bisogno di aggiungere altro perché sai tutto questo. Ma ora voglio solo augurarti un buon viaggio. A presto, vecchia amica. Con un amore infinito, ci vediamo alla fine della strada.

Cohen morirà pochi mesi dopo, il 7 Novembre 2016.

4 risposte a “So Long, Marianne”

  1. Sono piena di lacrime. Presto faranno un film sulla loro tenera storia, e allora saranno singhiozzi a bocca aperta!

  2. è stupenda, cattiva anche, lui tutto allegro e in attesa di un futuro brillante desideroso d’andarsene alla svelta e lei che viene scaricata velocemente con dolcezza… ma è così bella questa canzone, soprattutto il “darling”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.