Volume I (1967)

Spiritual

Fabrizio De Andrè

Spiritual da Volume I, Fabrizio De Andrè
Spiritual, testo
Dio del cielo se mi vorrai
in mezzo agli altri uomini mi cercherai
Dio del cielo se mi cercherai
nei campi di granturco mi troverai.

Dio del cielo se mi vorrai amare
scendi dalle stelle e vienimi a cercare
Dio del cielo se mi vorrai amare
scendi dalle stelle e vienimi a cercare.

Le chiavi del cielo non ti voglio rubare
ma un attimo di gioia me lo puoi regalare
le chiavi del cielo non ti voglio rubare
ma un attimo di gioia me lo puoi regalare.

Dio del cielo se mi vorrai amare
scendi dalle stelle e vienimi a cercare
Dio del cielo se mi vorrai amare
scendi dalle stelle e vienimi a cercare.

Senza di te non so più dove andare
come una mosca cieca che non sa più volare
senza di te non so più dove andare
come una mosca cieca che non sa più volare.

Dio del cielo se mi vorrai amare
scendi dalle stelle e vienimi a salvare
Dio del cielo se mi vorrai amare
scendi dalle stelle e vienimi a salvare.

E se ci hai regalato il pianto ed il riso
noi qui sulla terra non lo abbiamo diviso
e se ci hai regalato il pianto ed il riso
noi qui sulla terra non lo abbiamo diviso.

Dio del cielo se mi vorrai amare
scendi dalle stelle e vienimi a cercare
Dio del cielo se mi vorrai amare
scendi dalle stelle e vienimi a salvare.
Dio del cielo se mi cercherai
in mezzo agli altri uomini mi troverai
Dio del cielo se mi cercherai
nei campi di granturco mi troverai.

Dio del cielo io ti aspetterò
nel cielo e sulla terra io ti cercherò.
Spiritual, note e significato

Ecco come De Andrè definisce "Spiritual" in una intervista:

"Ho sempre considerato 'Spiritual' come una canzone riempitiva, perchè non dice niente di nuovo, perchè è proprio sottocultura e perchè poi lo spiritual non è roba nostra".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.