Bookends (1968)

Fakin’ It

Paul Simon & Art Garfunkel

Fakin’ It da Bookends, Paul Simon & Art Garfunkel
Fakin’ It, testo
When she goes, she's gone
If she stays, she stays here
The girl does what she wants to do,
She knows what she wants to do
And I know I'm fakin' it,
I'm not really makin' it.

I'm such a dubious soul
And a walk in the garden
Wears me down.
Tangled in the fallen vines,
Pickin' up the punch lines,
I've just been fakin' it,
Not really makin' it.

Is there any danger?
No, no not really,
Just lean on me.
Takin' time to treat,
Your friendly neighbours honestly.
I've just been fakin' it,
I'm not really makin' it,
This feeling of fakin' it.
I still haven't shaken it.

Prior to this lifetime
I surely was a tailor
(Good morning, Mr. Leitch.
Have you had a busy day?)
I own the tailor's face and hands
I am the tailor's face and hands and
I know I'm fakin'n it
I'm not really makin' it
This feeling of fakin' it
I still haven't shaken it.
Facendo Finta, traduzione
Quando va, se ne sarà andata
Se decide di restare, rimarrà qui
qulla ragazza fa quello che vuole,
e sa quello che vuole fare
E so che sto solo facendo finta,
non lo sto facendo per davvero.

Sono un'anima così inquieta
e passeggiare in giardino
mi atterrisce.
In un groviglio di rampicanti,
intendo solo le battute finali,
E so che sto solo facendo finta,
non lo sto facendo per davvero.

C'è pericolo?
No, per niente
appoggiati a me.
prendi tempo così da trattare
i tuoi simpatici vicini in maniera rispettosa.
E so che sto solo facendo finta,
non lo sto facendo per davvero.
Questa sensazione di far finta
Non me ne sono ancora liberato.

Prima di questa vita
ero certamente un sarto
(Buongiorno, Mr. Leitch.
Giornata impegnativa?)
Ho la faccia e le mani di un sarto
sono la faccia e le mani di un sarto
E so che sto solo facendo finta,
non lo sto facendo per davvero.
Questa sensazione di far finta
Non me ne sono ancora liberato.
Fakin’ It, note e significato

Fakin' It è il primo risultato dello sforzo congiunto tra John Simon e il duo, che insieme riescono a superare il blocco creativo di Paul Simon e pubblicare la traccia come singolo nel Luglio 1967. Il riferimento al sarto sul finale della canzone è un riferimento a una riflessione di Paul Simon: se fosse nato un secolo prima, non avendo potuto esercitare la professione di cantautore, sarebbe di certo stato un sarto, esattamente come suo nonno Paul.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.