Songs From a Room (1969)

The Butcher

Leonard Cohen

The Butcher da Songs From a Room, Leonard Cohen
The Butcher, testo
I came upon a butcher,
he was slaughtering a lamb,
I accused him there
with his tortured lamb.
He said, "Listen to me, child,
I am what I am
and you, you are my only son."


Well, I found a silver needle,
I put it into my arm.
It did some good,
did some harm.
But the nights were cold
and it almost kept me warm,
how come the night is long?

I saw some flowers growing up
where that lamb fell down;
was I supposed to praise my Lord,
make some kind of joyful sound?
He said, "Listen, listen to me now,
I go round and round
and you, you are my only child."


Do not leave me now,
do not leave me now,
I'm broken down
from a recent fall.
Blood upon my body
and ice upon my soul,
lead on, my son, it is your world.
Il Macellaio, traduzione
Mi sono imbattutto in un macellaio,
stava massacrando un agnello,
l'ho accusato proprio lì
con il suo agnello torturato
Mi disse, "Ascoltami, figliolo,
sono quello che sono
e tu, tu sei il mio unico figlio."


Beh, ho trovato un ago argentato,
e l'ho inserito nel mio braccio
ha fatto del bene,
ha fatto del male.
Ma le notti erano fredde
e mi ha quasi tenuto caldo,
come mai la notte è così lunga?

Ho visto dei fiori crescere
dove quell'agnello si è accasciato
avrei dovuto pregare, mio Signore,
e profondermi in canti di gioia?
Mi disse, "Ascolta, ascoltami ora,
io vado in giro e giro
e tu, tu sei il mio unico figlio.

Non mi lasciare,
non mi lasciare,
mi sono spezzato
cadendo di recente.
Sangue sul mio corpo
e ghiaccio sulla mia anima,
accompagnami, figlio, è il tuo mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.