Bufalo Bill (1976)

Disastro Aereo sul Canale di Sicilia

Francesco De Gregori

Disastro Aereo sul Canale di Sicilia da Bufalo Bill, Francesco De Gregori
Disastro Aereo sul Canale di Sicilia, testo
Risulta per altro evidente, anche nel clima della distensione,
che un eventuale attacco ai paesi arabi, vede l'Italia in prima posizione.
Tutto sanno tutto dell'inizio, ma nessuno può parlare della fine.
E questa è la storia dell'aereo perduto, a largo delle coste tunisine.
La fabbrica di vedove volava, a diecimila metri sulla terra siciliana,
il pilota controllava l'orizzonte, la visibilità era buona,
il pilota un giovane ragazzo americano, ma faceva il soldato a Verona.
E dieci Chilometri sotto, ginestre e cemento a due passi dal mare,
e case popolari costruite sulla sabbia, nient'altro da segnalare.
Solo la tomba di un giornalista, ancora difficile da ritrovare.
E la fabbrica di vedove volava, sola come un uccello da rapina,
il mare era una tavola azzurra ormai, l'Africa era già più vicina.
Nel cielo soltanto una striscia di neve, bianca, bianca di carta velina.
Disastro Aereo sul Canale di Sicilia, note e significato

Il coro della canzone è delle Baba Yaga, trio canoro noto soprattuto per la collaborazione con Lucio Dalla, Rino Gaetano, Renato Zero e gli Oliver Onions (è loro infatti l'esecuzione di "Dune Buggy", del film "Altrimenti ci Arrabbiamo")

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.