Viva l’Italia (1979)

Eugenio

Francesco De Gregori

Eugenio da Viva l’Italia, Francesco De Gregori
Eugenio, testo
Chissà che fine ha fatto Eugenio,
barba da mascalzone.
Sotto che stelle si fa la notte,
sotto che sole fa colazione.
Lui che c'ha gli occhi così tranquilli
chissà che mare avrà incontrato,
se le onde avevano i capelli bianchi,
quando lo ha attraversato.
E quanti amici avrà incontrato già,
e quante belle signorine al chiar di luna....
Chissà che fine ha fatto Eugenio,
barba portafortuna.
Chissà che sogni che s'inventa,
che sogni che si fuma.
E lontano, lontano
in qualche strano paese,
certamente avrà comprato un diamante e un turchese
da portare a chi è rimasto qua.
Chissà che fine ha fatto Eugenio,
anima da pirata.
Che si è lasciato dietro alle spalle una città sbagliata,
e che ha viaggiato con le scarpe
e con le orecchie con il cuore.
Chissà che fine ha fatto Eugenio
disteso in mezzo al sole.
E lontano lontano
in qualche strano paese.
Certamente avrà comprato un diamante e un turchese
da portare a chi è rimasto qua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.