Terra di Nessuno (1987)

Pilota di Guerra

Francesco De Gregori

Pilota di Guerra da Terra di Nessuno, Francesco De Gregori
Pilota di Guerra, testo
Non per entrare nel merito del motore.
Ma ogni motore ha una musica ed io la so.
Così per sempre la farò cantare,
per questa mia povera terra da Sud a Nord.

E quanto è solo un uomo lo sa solo io,
mentre volo sopra le ferite della città.
e come a un grande amore gli dico addio,
e come è solo un uomo lo so solo io.

Oltre le nuvole, oltre le nuvole,
o se è possibile ancora un minuto più in là.
Con questa notte ai miei piedi,
più nera e più buia a vederla da qua,
ma un giorno il giorno tornerà.

Così la vita vola sotto le ali,
e passa un'altra notte su questa guerra.
E sulle case degli uomini tutti uguali,
nel grande orfanatrofio della terra.

E a cosa serve un uomo lo so solo io,
che spargo sale sopra le ferite delle città.
e come a un grande amore gli dico addio,
e a cosa serve un uomo lo sa solo Dio.

Oltre le nuvole, oltre le nuvole,
o se è possibile ancora una vita più in là.
Con questa notte ai miei piedi,
più nera e più buia a vederla da qua,
ma un giorno il giorno tornerà.
Pilota di Guerra, note e significato

"Pilota di Guerra" si ispira alla figura e alle opere dello scrittore francese Antoine de Saint-Exupéry (1900 - 1944), noto al grande pubblico come autore del libro "Il Piccolo Principe". In particolare il titolo riprende l'omonima opera, ultima nella produzione dell'aviatore francese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.