Prendere e Lasciare (1996)

Stelutis Alpinis

Francesco De Gregori

Stelutis Alpinis da Prendere e Lasciare, Francesco De Gregori
Stelutis Alpinis, testo
Se un mattino tu verrai
fino in cima alle montagne
troverai una stella alpina
che è fiorita sul mio sangue.

Per segnarla c'è una croce,
chi l'ha messa non lo so.
Ma è lassù che dormo in pace
e per sempre dormirò.
Ma è lassù che dormo in pace
e per sempre dormirò.

Tu raccogli quella stella
che sa tutto del tuo amore,
sarai l'unica a vederla
e a nasconderla sul cuore.

Quando a sera sarai sola
non piangere perchè
nel ricordo vedrai ancora
tu e la stella insieme a me.
Tu e la stella insieme a me.
Stelitus Alpinis, originale
Se tu vens cà sù ta' cretis,
là che lôr mi àn soterât,
al è un splàz plen di stelutis:
dal miò sanc 'l è stât bagnât.

Par segnâl une crosute
jé scolpide lì tal cret:
fra chês stelis nàs l'arbute,
sot di lôr jo duâr cuièt.

Ciol sù, ciol une stelute:
je 'a ricuarde il néstri ben,
tu 'i darâs 'ne bussadute,
e pò plàtile tal sen.

Quant che a ciase tu sês sole
e di cûr tu preis par me,
il miò spirt atòr ti svole:
jo e la stele sin cun té.
Stelutis Alpinis, note e significato

Stelutis Alpinis significa, in friulano, Stella alpina. Questa canzone è stata scritta da De Gregori ispirandosi al brano corale di Arturo Zardini il cui testo è riportato poco sopra.

Stelutis Alpinis è dedicata alla memoria di Francesco de Gregori, zio del cantautore e partigiano, ucciso da una brigata partigiana gappista nell'Eccidio di Porzûs.

2 risposte a “Stelutis Alpinis”

  1. De Gregori non ha affatto “scritta” una canzone “ispirandosi al brano corale di Arturo Zardini”, ma ne ha tentato una traduzione, che tradisce lo spirito, appuntoi “corale” di quel canto.
    Oltre tutto, nel canto di Zardini, la morte dell’alpino è l’occasione di partenza per parlare di pace, di amore, di speranza.

  2. Commentare lo spirito poetico di Francesco De Gregori è alquanto fuori luogo…del resto la musica non è altro che la partenza verso luoghi interiori ideali su cui anche far viaggiare le parole che si sentono “dentro”….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.