Alice non lo sa (1973)

Il Ragazzo

Francesco De Gregori

Il Ragazzo da Alice non lo sa, Francesco De Gregori
Il Ragazzo, testo
Il ragazzo, ha capelli rossi ed occhi blu.
Pantaloni corti ed uno strappo proprio lì.
Amici nel quartiere non ne ha,
e quando va a giocare, dove va?
Il ragazzo, sale molto spesso sopra un albero e sa.
Sceglie un ramo e cerca il punto esatto,
dove muore la città.
É quasi ora di cena quando viene giù,
suo padre ormai non lo capisce più.
E con gli occhi dentro il piatto lui,
mangia molto ma non parla mai.
Ha una luce strana dentro agli occhi
che qualcuno l'ha chiamata cattiveria.
Ma poi, chissà la gente che ne sa,
chissà la gente che ne sa.
Dei suoi pensieri sul cuscino, che ne sa?
Della sua luna in fondo al pozzo, che ne sa?
Dei suoi segreti e del suo mondo...

Il ragazzo cresce sempre solo e non si sente solo mai.
Ha una voglia strana in fondo al cuore
che nemmeno lui lo sa,
se sia paura o libertà
se sia paura oppure libertà.
Il ragazzo sale molto spesso sopra un albero e sa.
Tutto solo sopra un ramo, guarda il cielo, forse anche più in la.
É quasi ora di cena quando viene giù,
suo padre ormai non lo capisce più.
E con gli occhi dentro al piatto lui
mangia molto ma non parla mai.
Ha una luce strana dentro agli occhi
e qualcuno l'ha chiamata cattiveria.
Ma poi, chissà la gente che ne sa,
chissà la gente che ne sa.
Dei suoi pensieri sul cuscino, che ne sa?
Della sua luna in fondo al pozzo, che ne sa?
Dei suoi segreti e del suo mondo, che ne sa?
Della sua luna in fondo al pozzo
della sua luna in fondo al pozzo, che ne sa?
Dei suoi segreti e del suo mondo
dei suoi pensieri sul cuscino, che ne sa?
Della sua luna in fondo al pozzo, che ne sa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.