Pezzi (2005)

Parole a Memoria

Francesco De Gregori

Parole a Memoria da Pezzi, Francesco De Gregori
Parole a Memoria, testo
Era solo per ricordare
il primo verso di una poesia
Una scusa per chiedere scusa
un modo elegante per andarsene via
O soltanto per averti pensato
o aver pensato male
Per averti dimenticati
nei regali di Natale
E averti visto sanguinare le ossa
e sudare le mani
Tutta la notte sanguinare le ossa
e maledire domani
E aver lasciato le tue rose bianche
a un matrimonio albanese
E per non darti un dispiacere
per non farmi notare
per guardarti dormire

Era solo per ricordare
un altro tipo di situazione
Come una piccola città di mare
e una stufa a carbone
Che non tirava se tirava vento
sul tuo cappotto rivoltato
Ma sotto i portici sentivi già l'estate
ed una birra d'un fiato
Poi d'improvviso tutti gli anni per terra
come i capelli dal barbiere
Come la vita che non risponde
il tempo fa il suo dovere
Ed il barbiere con la chitarra
vuole sentirti suonare
E per non darti un dispiacere
per non farmi notare
per guardarti dormire

Era solo per chiacchierare
versare il vino spezzare il pane
Pagare pegno, ricominciare
parlare al cane
Era solo per ricordare
l'ultimo verso dell'Infinito
ed i tuoi occhi come lo stagno
e una carezza sul tuo vestito
che certamente non aveva senso
o aveva senso trovarci allora?
Se tutto quanto era già stato detto
o c'erano cose da dire ancora?
Ma non avevo tempo da perdere
e tu tempo da dare
E per non darti un dispiacere
per non farmi notare
per guardarti dormire
Parole a Memoria, note e significato

Racconta de Gregori:

In 'Parole a Memoria' c'è il rimando chiaro e non mascherato a 'Knockìn' On Heaven's Door'. Dylan rimane il maestro, il mio faro. Mai compreso come essere umano, ma geniale quando è al lavoro. Il suo stile sbilenco, irregolare, sghembo, il suo andare dove non ti aspetteresti mai lo rende il più grande di sempre. La sua disarmonia mi colpisce giorno dopo giorno. Era il più grande a fare musica acustica e diventa elettrico a Newport. Poi si converte al cristianesimo, va e viene. Si sposta continuamente, andando anche nel cinema, incurante del fatto che i suoi film funzionino.

Parole a Memoria, tablatura e accordi
SI SOL SI SOL

  SI
Era solo per ricordare
  SOL
il primo verso di una poesia
  SI
Una scusa per chiedere scusa
  SOL
un modo elegante per andarsene via
  DO
O soltanto per averti pensato
  LAm
o aver pensato male
  SIm
Per averti dimenticato
  RE
nei regali di natale
  SOL
E averti visto sanguinare le ossa
  RE
E sudare le mani
  SOL
Tutta la notte sanguinare le ossa
  RE
e maledire domani
  SOL
E aver lasciato le tue rose bianche
  RE
a un matrimonio albanese
  MIm
E per non darti un dispiacere
  DO
per non farmi notare
  LAm
per guardarti dormire

SOL RE DO

SI SOL

  SI
Era solo per ricordare
  SOL
un altro tipo di situazione
  SI
Come una piccola città di mare
  SOL
e una stufa a carbone
  DO
Che non tirava se tirava vento
  LAm
sul tuo cappotto rivoltato
  SIm
Ma sotto i portici sentivi già l'estate
  RE
ed una birra d'un fiato
  SOL
Poi d'improvviso tutti gli anni per terra
  RE
come i capelli dal barbiere
  SOL
Come la vita che non risponde
      RE
e il tempo fa il suo dovere
  SOL
Ed il barbiere con la chitarra
  RE
vuole sentirti suonare
  MIm
E per non darti un dispiacere
  DO
per non farmi notare
  LAm
per guardarti dormire

SOL RE DO

SI SOL

  SI
Era solo per chiacchierare
  SOL
versare il vino spezzare il pane
  SI
Pagare pegno, ricominciare
  SOL
parlare al cane
  DO
Era solo per ricordare
  LAm
l'ultimo verso dell'Infinito
  SIm
ed i tuoi occhi come lo stagno
  RE
e una carezza sul tuo vestito
  SOL
che certamente non aveva senso
  RE
o aveva senso trovarci allora?
  SOL
Se tutto quanto era già stato detto
  RE
o c'erano cose da dire ancora?
  SOL
Ma non avevo tempo da perdere
  RE
e tu tempo da dare
  MIm
E per non darti un dispiacere
  DO
per non farmi notare
  LAm
per guardarti dormire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.