Miramare 19.4.89 (1989)

300.000.000 di Topi

Francesco De Gregori

300.000.000 di Topi da Miramare 19.4.89, Francesco De Gregori
300.000.000 di Topi, testo
Ci sono tipo tutti in giro, topi tutti intorno,
topi mattina e sera, topi mattina e giorno.
Sudici topi, lucidi, giocano a nascondino,
fanno tana nel tronco degli alberi, dentro al nostro giardino.
Ci sono topi sui tuoi capelli, dei lunghi topi chiari.
Topi sui tuoi capelli.

Ed io ti ho veduto salire, sopra un altare,
e dire una messa da topi, e per i topi pregare.
E cucire ho veduto, vestiti da sposa, per nozze di piombo.
E topi gridare e ballare, sulla cime del mondo.

Ci sono topi tutti intorno, topi in Via Frattina,
Traversavano la strada tranquillamente, alle undici di mattina.
Sterminate distese di topi, refrattarie ad ogni sterminio,
sorridevano dalle finestre, tutte d'oro e d'alluminio.
Erano i topi del magro cuore, seduti ad aspettare,
il nostro magro cuore.

Così ti ho veduto dividere e moltiplicare,
Con trecento milioni di topi, da calcolare.
E trascorrere ho visto fanciulle, con le guance di pesca,
e pescatori pescare, usare occhi, per esca.
300.000.000 di Topi, note e significato

Racconta de Gregori:

C'è veramente poco da dire su questa canzone se non che la cifra non l'ho inventata io, ma è quella che viene da una stima ufficiale più che attendibile circa il numero dei topi residenti in Italia nell'agosto del 1988, che è il periodo in cui ho scritto questa canzone. Immagino che da allora siano aumentati, ma non è colpa mia. Le 'fanciulle dalle guance di pesca' le ho rubate a una vecchia canzone di Italo Calvino e Liberovici, che si chiamava, credo 'Oltre il Ponte'. Se avete tempo andate a risentirvela.

Via Frattina è una delle vie centrali di Roma. De Gregori la menzionerà anche in Per le Strade di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.