Amore nel Pomeriggio (2001)

Caldo e Scuro

Francesco De Gregori

Caldo e Scuro da Amore nel Pomeriggio, Francesco De Gregori
Caldo e Scuro, testo
Sono venuto nella tua città un giorno, era caldo e scuro.
Poteva essere mezzogiorno, ma non ne sono sicuro.
Avevo tempo da perdere, da guadagnare niente.
Non c'eri tu nell'aria, sensibilmente.

C'erano macchine ferme sulla tangenziale,
e occhi al finestrino che respiravano male.
Avessi almeno potuto scendere e fermarmi a mangiare,
ma i ristoranti erano tutti pieni e non avevo fame.

E sono entrato in un portone e dentro a un grande ascensore
e mi hanno fatto domande sulla mia vita interiore.
ed in qualcuna delle mie risposte c'era il tuo nome,
mentre la tua città prendeva fuoco, sotto al sole.

Così mi son sentito piccolo come un chicco di grano,
quando ho guardato la tua foto nel muro ed ero già lontano.
Tu sorridevi a qualcuno, qualche anno prima
ed io ho pensato, sarà meglio lasciare questa città, prima che sia mattina.

Ed ho imparato che l'amore insegna, ma non si fa imparare.
E ho giocato a nascondermi e a farmi trovare.
Ed ho provato a smettere di bere e a ricominciare,
e sono stato bene e sono stato male.
Caldo e Scuro, tablatura e accordi
I due accordi strani sono
Re7+/DO# 040222
Sol/SI x20003

[Si-] Sono venuto nella [Sol] tua città un giorno, [Re] era caldo e [La] scuro
[Si-] Poteva essere [Sol] mezzogiorno, [Re] ma non ne sono [La] sicuro
[Sol] Avevo tempo da [Do] perdere, [Do-] da guadagnare [Sol] niente
[Re] Non [Re7+Do]c'eri [Sol/Si] tu nell'aria, [Sol] sensibil [La] mente

C'erano macchine ferme sulla tangenziale,
e occhi al finestrino che respiravano male
Avessi almeno potuto scendere e fermarmi a mangiare
Ma i ristoranti erano tutti pieni e non avevo fame

E sono entrato in un portone e dentro un grande ascensore
E mi hanno fatto domande sulla mia vita interiore
Ed in qualcuna delle mie risposte c'era il tuo nome
Mentre la tua città prendeva fuoco sotto al sole

Così mi son sentito piccolo come un chicco di grano
Quando ho guardato la tua foto sul muro ed ero già lontano
Tu sorridevi a qualcuno, qualche anno prima
Ed io ho pensato, sarà meglio lasciare questa città prima che sia mattina

Ed ho imparato che l'amore insegna ma non si fa imparare
E ho giocato a nascondermi e a farmi trovare
Ed ho provato a smettere di bere e a ricominciare
E sono stato bene, e sono stato male

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.