Infidels

Bob Dylan

1983

Infidels, Bob Dylan

Infidels, dopo tre dischi fortemente ispirati al Cristianesimo, segna un ritorno a temi più personali, come l'amore e l'abbandono. L'album è stato prodotto da Bob Dylan e Mark Knopfler, leader dei Dire Straits. [Continua a leggere]

Infidels, lista canzoni

La ragione del sodalizio tra i due è principalmente tecnica: Dylan avvertì il bisogno di lavorare con qualcuno che avesse più familiarità con le nuove tecnologie di registrazione; contattò infatti, senza risultati, anche David Bowie e Frank Zappa.

Knopfler ha più volte ribadito che la collaborazione con Dylan è stata difficile, a causa delle diverse modalità lavorative, in particolare a livello musicale:

[quando registri] bisogna avere una certa sensisiblità [musicale] ed essere flessibili. Direi che io ero quello disciplinato [nella registrazione]. Bob è molto più disciplinato quando scrivere i testi, come poeta. Come cantante anche. Ma musicalmente parlando, è molto basilare. La musica si riduce quindi a semplice veicolo della sua poesia.

Hanno suonato:
Bob Dylan:
chitarra, armonica, tastiere, voce
Alan Clark:
tastiere
Sly Dunbar:
batteria e percussioni
Clydie King:
Mark Knopfler:
chitarra
Robbie Shakespeare:
basso
Mick Taylor:
chitarra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.