Bringing It All Back Home (1965)

Maggie’s Farm

Bob Dylan

Maggie’s Farm da Bringing It All Back Home, Bob Dylan
Maggie’s Farm, testo
I ain’t gonna work on Maggie’s farm no more
No, I ain’t gonna work on Maggie’s farm no more
Well, I wake in the morning
Fold my hands and pray for rain
I got a head full of ideas
That are drivin’ me insane
It’s a shame the way she makes me scrub the floor
I ain’t gonna work on Maggie’s farm no more

I ain’t gonna work for Maggie’s brother no more
No, I ain’t gonna work for Maggie’s brother no more
Well, he hands you a nickel
He hands you a dime
He asks you with a grin
If you’re havin’ a good time
Then he fines you every time you slam the door
I ain’t gonna work for Maggie’s brother no more

I ain’t gonna work for Maggie’s pa no more
No, I ain’t gonna work for Maggie’s pa no more
Well, he puts his cigar
Out in your face just for kicks
His bedroom window
It is made out of bricks
The National Guard stands around his door
Ah, I ain’t gonna work for Maggie’s pa no more

I ain’t gonna work for Maggie’s ma no more
No, I ain’t gonna work for Maggie’s ma no more
Well, she talks to all the servants
About man and God and law
Everybody says
She’s the brains behind pa
She’s sixty-eight, but she says she’s twenty-four
I ain’t gonna work for Maggie’s ma no more

I ain’t gonna work on Maggie’s farm no more
No, I ain’t gonna work on Maggie’s farm no more
Well, I try my best
To be just like I am
But everybody wants you
To be just like them
They sing while you slave and I just get bored
I ain’t gonna work on Maggie’s farm no more
La Fattoria di Maggie, traduzione
Non voglio più lavorare nella Fattoria di Maggie
No, non voglio più lavorare nella Fattoria di Maggie
Beh, mi sveglio la mattina
unisco le mani e prego l'arrivo della pioggia
Ho la testa piena di idee
che mi fanno impazzire
è una vergogna il modo in cui mi fa strofinare il pavimento
Non voglio più lavorare nella Fattoria di Maggie

Non voglio più lavorare per il fratello di Maggie
No, non voglio più lavorare per il fratello di Maggie
beh, ti lancia un nichelino
ti lancia un decino
e ti domanda con un ghigno
se le cose ti vanno bene
e poi ti multa ogni volta che sbatti la porta
Non voglio più lavorare per il fratello di Maggie

Non voglio più lavorare per il padre di Maggie
No, Non voglio più lavorare per il padre di Maggie
ti spegne il sigaro in faccio
tanto per divertirsi
la finestra della sua stanza da letto
è fatta di mattoni
La Guardia Nazionale staziona fuori dalla porta
Non voglio più lavorare per il padre di Maggie

Non voglio più lavorare per la madre di Maggie
No, non voglio più lavorare per il fratello di Maggie
Beh, lei parla con i servi
dell'uomo, di Dio e della legge
Tutti dicono
che sia la mente dietro al padre
ha sessantotto anni ma dice di averne ventiquattro
Non voglio più lavorare per la madre di Maggie

Non voglio più lavorare nella Fattoria di Maggie
No, non voglio più lavorare nella Fattoria di Maggie
Beh, ho fatto del mio meglio
per essere ciò che sono
ma tutti vogliono che tu
sia proprio come loro
cantano mentre mi schiavizzano e ciò m'infastidisce
Non voglio più lavorare nella Fattoria di Maggie
Maggie’s Farm, note e significato

Maggie's Farm è da sempre considerata una canzone di protesta contro le canzoni di protesta. Dylan, diventato famoso grazie a queste, non ne può più di essere unicamente accostato al folk impegnato e rivendica la sua libertà creativa.

Maggie's Farm è probabilmente un'alterazione di Silas Magee's Farm, Missisippi, dove Dylan aveva suonato nell'estate del 1963 per supportare il Movimento per i Diritti Civili. In quella data aveva proposto proprio una delle sue canzoni di protesta più famose, Only a Pawn in their Game

Maggie's Farm venne cantata in versione elettrica al Newport Folk Festival del 1965, ricevendo fischi e numerose critiche. In particolare Pete Seeger arrivò a minacciare di prendere un'ascia e tagliare i cavi di amplificazione. Il divorzio di Dylan dal folk è ormai definitivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.